GLI EDITORI MODENESI PER LA BIBLIOTECA DI ALMA

Commenti (0) Cibo, Eventi, Libri, News

ama1

alma2

Vedere gli scaffali riempirsi di libri, fa bene al cuore, ed è segno che tutto sta tornando alla normalità. Siamo nella nuova sede della Biblioteca di Alma, la scuola internazionale di cucina fondata il 12 gennaio del 2004 da Gualtiero Marchesi, all’interno della magnifica Reggia di Colorno (PR), che fu residenza di Maria Luigia, moglie di Napoleone. Dopo la disastrosa alluvione di Colorno nel dicembre 2017, che aveva seriamente compromesso le attività didattiche, tutto è stato ripulito dall’acqua e dal fango e la scuola ha ripreso il normale corso, con il consueto calendario di lezioni ed esami. La biblioteca al pian terreno, dove gli allievi compiono le ricerche per gli esami e le tesi, è stata colpita duramente e molti dei 14.000 volumi è andato perduto, e così gli editori modenesi si sono fatti avanti per dare una mano a ricostituire il fondo della biblioteca che nel frattempo si è spostata di fronte all’ingresso della Reggia di Colorno, in posizione sopraelevata.

alma4

Sono oltre 4000 gli allievi di tutto il mondo, diplomati fino ad oggi ad Alma, un istituto che tutela la cucina regionale italiana e promuove la formazione di giovani, chef, pasticceri, maitre, sommelier, con 4000 mq di aule attrezzate, cucine, auditorium. Il nuovo consiglio guidato dal direttore Andrea Sinigaglia, continua sulla strada indicata dal maestro Marchesi, scomparso nel dicembre del 2017, con un’attività formativa intensa, ispirata da un corpo docente di primordine, che prepara gli allievi a tutte le tecniche di cucina, di pasticceria e di sala, perché possano essere pronti ad affrontare il mondo del lavoro. Gli spazi della nuova sede della biblioteca, guidata fin dalla sua fondazione da Marino Marini, ospitano testi fondamentali per gli amanti della materia, come le indagini antropologiche sul medioevo di Piero Camporesi, l’evoluzione nell’alimentazione delle società primitive di Claude Levi-Strauss, le ricerche sulla cucina italiana di Massimo Montanari, Alberto Capatti, Piero Meldini, Folco Portinari, Giuseppe Mantovano, correlate al cibo e alle attività dell’uomo nei diversi momenti storici, ma anche la scienza dell’alimentazione con gli effetti scientifici di caldo, freddo e aria, nelle cotture e nella composizione delle ricette, studiata da Harold Mc Gee, Hervé This, Davide Cassi e Dario Bressanini. Una raccolta di testi fondamentali che ora sarà implementata dalla cospicua donazione promossa dagli editori modenesi, che con generosità hanno aderito all’iniziativa, e qui elenchiamo: Edizioni Il Fiorino, Edizioni Elis Colombini, Edizioni Il Loggione, Edizioni Vaccari, Artestampa Edizioni, Adelmo Iaccheri editore, insieme alla Libreria Grandangolo, e a Paola Pedretti.

alma3

di Luca Bonacini

Pubblicato su QN Resto del Carlino – luglio 2018