TRENTODOC BOLLICINE DI MONTAGNA AL MERANO WF

Commenti (19) Eventi

MERANO

bottiglia trento doc

Tutto ha inizio nei primi anni del ‘900, quando il giovane e intraprendente Giulio Ferrari, dopo gli studi all’Imperial Regia Scuola Agraria di San Michele, e i numerosi viaggi-studio in Francia, torna a Trento la sua città. Si dedicherà alla produzione di una  piccola e pregiata quantità di metodo classico, stimolando altri viticultori che ne seguiranno le orme, connotando sempre più un territorio, fino al riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata “Trento” nel 1993, la prima in Italia riservata a un metodo classico. Un’eccellenza tutta italiana firmata Giulio Ferrari, fatta di passione verso un territorio, e capacità di mettersi in gioco oggi diventata brand di successo. Trentodoc, quest’anno sarà presente in modo significativo al Merano Wine Festival nella città alto atesina dal 7 al 9 novembre. Per la prima volta infatti vi sarà un’area dedicata all’eccellenza vitivinicola trentina all’interno del meraviglioso e storico Kurhaus. Helmuth Köcher, presidente del Merano Wine Festival insieme alla sua commissione, ha selezionato ben dieci case spumantistiche Trentodoc che saranno ospitate nell’esclusivo Pavillon des Fleurs, proprio accanto a Union Grand Crus de Bordeaux. Ma non solo, è stato anche predisposto un banco istituzionale presso la Gourmet Arena nel quale il qualificato pubblico potrà gustare proprio tutte le bollicine di montagna, spaziando sulle 41 case spumantistiche associate al Consorzio. Domenica 8 novembre alle ore 10.30 si terrà invece una pregiata degustazione guidata, dal titolo “Trentodoc Bollicine di Montagna – Selezione 2002/2005 – nove campioni d’autore” aperta al pubblico (a pagamento, per iscrizioni www.meranowinefestival.com), il cui ricavato sarà devoluto in beneficienza (Charity Wine MasterClasses: http://www.meranowinefestival.com/it/merano-winefestival/merano-international-winemasterclasses-2015).

trentodoc3

Grande attesa per la serata di apertura della kermesse meranese, il 6 novembre p.v., che vedrà il brindisi con il Trentodoc alla presenza dei più autorevoli rappresentanti del vino italiano e internazionale, mentre anche in sala stampa, il Trentodoc, sarà l’unico protagonista. “Sappiamo di essere in un contesto di grande autorevolezza, garantita ogni anno da una severa selezione dei vini” dichiara il Presidente dell’Istituto Trentodoc Enrico Zanoni “Siamo onorati che Merano Wine Festival abbia invitato Trentodoc a partecipare a questa edizione, con una presenza così rappresentativa. Lo consideriamo un riconoscimento per il lavoro svolto nel far conoscere l’altissima qualità delle nostre bollicine di montagna”. Helmuth Köcher – Fondatore e Presidente del Merano Wine Festival – aggiunge “Ho accolto con entusiasmo la presenza di Trentodoc al Merano Wine Festival, soprattutto per l’elevata qualità e per la varietà come anche per le peculiarità del territorio e delle sue microzone, che arrivano fino a 800 metri di altitudine. La mineralità, il carattere e la personalità dei singoli vini sono gli artefici di un territorio che si distingue da ogni altra area vitivinicola con i propri spumanti di montagna”. Ecco la selezione 2015 delle case spumantistiche del Merano Wine Festival presenti con singoli desk nell’area Trentodoc Pavillon des Fleurs e al Kurhaus: Altemasi, Bellaveder, Cantina Aldeno, Cantina Moser, Cembra Cantina di Montagna, Cesarini Sforza Spumanti, Ferrari F.lli Lunelli, Letrari, Maso Martis, Opera Vitivinicola in Valdicembra, Pedrotti Spumanti, Pisoni F.lli, Rotari.

Per info: www.trentodoc.com

by redazione