UN NUOVO INDIRIZZO PER I GOLOSI

Commenti (0) News, Ristoranti

bottega-dei-golosi1
La Bottega dei Golosi cambia sede
di Luca Bonacini

Nuova sede per la Bottega dei Golosi che dopo
16 anni di attività, raddoppia in dimensioni
e assortimento spostandosi in via Archirola nr. 2 a Modena. Ma non muterà la filosofia,
che in questi anni ha consolidato la reputazione di Claudio e Alberto, soci e
affiatati intrattenitori, oggi come ieri sempre vini di qualità, champagne, prelibate
confetture e dolciumi, e sempre il sorriso, mai venuto meno nella lunga
gestione, neppure nella peggiore delle giornate. La loro storia inizia nello
storico negozio Cavazzuti dove trascorrono 11 anni, in mezzo ai dolciumi e alle
bottiglie, e poi il salto, il 16 ottobre del 1999 un negozio tutto loro, in via
Montegrappa dove continuare a consigliare il meglio, ma questa volta in
proprio. Dopo sedici anni quei locali sono diventati stretti e la clientela nel
frattempo è cresciuta, motivo per cui si pensa ad una nuova sede. 170 metri in
via Archirola
con un’ampio magazzino sono la scelta giusta, potranno ospitare le
oltre settecento etichette di vini italiani e francesi, bollicine e champagne
di piccolissimi recoltant manipulant, micro realtà vinicole di
zone sconosciute d’Italia, chicche come il Timorasso, il Nebbiolo sardo, vini
eroici prodotti in minime quantità che nascono sulle scogliere o alle pendici
dei vulcani, spumanti che affinano per mesi e mesi sotto al mare, ma anche il
patrio lambrusco declinato in una ventina di diverse realtà di pregio, e pregiati
distillati. 
Convivono in questa nuova e luminosa sede il meglio dell’enologia
ma anche prelibate selezioni di cioccolato di oltre cinquanta maison diverse, tra cui Domori e Claudio
Corallo di provenienza Sao Tomè. Un vero paese del Bengodi con panettoni e
colombe artigianali, selezioni di pregiati the, un ricco assortimento di
confetture artigianali e composte, creme di nocciola spalmabili, olio di
piccole fattorie, aceto balsamico tradizionale, aglio rosso di Sulmona,
zafferano dell’Aquila essiccato sulle braci, lardo al tartufo, una decine di sali
diversi e altrettanti pepi giunti da ogni parte del mondo. Un luogo ormai nei
taccuini dei gourmet locali e internazionali, che ora potranno godersi bottiglie
e specialità gastronomiche senza a tutti i costi portarsele a casa. Un banco
bar ora campeggia all’interno del negozio, è quasi pronto per iniziare una
mescita di vini e champagne di qualità, pronto ad essere location di happy
hour, eventi, degustazioni, che tra qualche settimana inizieranno a prendere vita
rappresentando un’interessante novità per la città, e probabilmente una nuova
meta dell’aperitivo modenese.
Pubblicato su QN Resto del Carlino – settembre 2015