L’EMILIA ROMAGNA IN VIAGGIO VERSO EXPO

Commenti (0) News

EMILIA-ALL%27EXPO1
L’Emilia Romagna va
all’Expo
di Rita Giani



#cheftoexpo
Ci
sarà anche l’Emilia Romagna all’Expo, ma per arrivare a Milano ha
scelto un modo tutto particolare. Un viaggio diverso dal solito, non in auto e
neppure in treno, ma attraverso percorsi battuti da secoli, per attraversare la
Pianura Padana e arrivare dal mare fino a Milano. Un tragitto decisamente goloso,
e non poteva essere diversamente visto le prelibatezze che vengono prodotte
nella regione di Giuseppe Verdi, Giovannino Guareschi, e Luciano Pavarotti, che porterà l’Emilia
Romagna all’Expo, attraverso le sue vie di terra e di acqua, in un percorso
multisensoriale unico, puntando alla valorizzazione del patrimonio culturale,
enogastronomico, turistico e naturalistico. Grazie alla vivacità di pensiero dell’Associazione
CheftoChef emiliaromagnacuochi, in collaborazione con la Regione Emilia
Romagna, ecco un progetto che parla di territorio, di qualità, di ecosostenibilità,
e di alimentazione sana, ma anche di tutela di ambiente e paesaggio. L’Emilia
Romagna in viaggio
verso Ex
po è un percorso attraverso il
territorio, le armonie, le tradizioni e i prodotti agricoli dell’Emilia
Romagna, che durerà oltre un mese e partirà da Rimini venerdì 7 agosto, per
concludersi a Milano dentro Expo il 22 settembre, con un grande evento da
Guinness dei Primati, come il record del numero dei prodotti Dop ed Igp, che
appartiene già all’Emilia-Romagna. Il progetto, presentato il 18 giugno a
Milano da Massimo Spigaroli, presidente
di
CheftoChef emiliaromagnacuochi,
Livia Zanetti, presidente APT Servizi,
Franco Iseppi, presidente Touring Club
Italiano
, e da Simona Caselli,
assessore all’Agricoltura della
Regione
Emilia-Romagna
, prevede un’articolazione all’apparenza complessa ma di
grande impatto sociale, culturale e mediatico: un viaggio di avvicinamento
verso la città di Milano, che taglierà il nastro sul mare Adriatico inaugurando
tre itinerari lungo le storiche vie regionali: la via d’acqua del mare
Adriatico e del Fiume Po percorsa in motonave, la via di terra rappresentata
dalla Via Emilia attraversata in bicicletta e infine l’Alta via dei Parchi
percorsa a piedi.
Il
viaggio si ricongiungerà il 18 settembre a Piacenza, dove cuochi, produttori e
territori interessati dal viaggio si ritroveranno in un grande evento nel cuore
della città. Lunedì 21 settembre i protagonisti del viaggio varcheranno il Po
per entrare a Milano, dove nella Casa
degli Atellani, che ospita la vigna di Leonardo
, i cuochi, i produttori e i
consorzi, i parchi e le comunità dell’Emilia-Romagna presenteranno l’eccellenza
dei territori, in una straordinaria performance gastronomica. Il giorno
successivo l’arrivo ad Expo per tirare – cuochi e sfogline – la più lunga sfoglia di pasta, 50 metri,
con i ripieni e i formati diversi da Piacenza al mare.  Per ognuno di questi percorsi saranno
previste delle soste gastronomiche, nel corso delle quali l’eccellenza del
patrimonio agroalimentare del territorio sarà oggetto di interpretazione
culinaria da parte dei cuochi dell’associazione CheftoChef. 
Il
viaggio dell’Emilia Romagna verso Expo è interamente dedicato ai prodotti
agroalimentari di qualità, all’educazione alimentare, all’informazione e alla
conoscenza della biodiversità e della qualità sostenibile e all’innovazione.
Cuochi, produttori, vignaioli e contadini incontrano le comunità per
condividere i saperi e i piaceri del cibo in oltre trenta appuntamenti dove si
alternano grandi cene, street food, mercati e comizi agrari che raccontano le
diverse specificità di una regione ricca di primati nell’agroalimentare, nella
gastronomia, nel paesaggio e nella qualità della vita per i suoi abitanti e per
i tanti che, attraverso questo viaggio, ne coglieranno i valori.
La
realizzazione di questo progetto è stata possibile grazie alla stretta
collaborazione dell’associazione CheftoChef emiliaromagnacuochi con la Regione
Emilia-Romagna e APT Servizi.
Un
particolare ringraziamento va ai partner del progetto: l’Enoteca Regionale
Emilia Romagna e Slow Food Emilia Romagna, Confagricoltura, Anci, Unioncamere
Emilia-Romagna; ai main-sponsor Consorzio del Parmigiano Reggiano e Olitalia.
Il viaggio si avvale del patrocinio di Expo 2015, Touring Club Italiano, Cai,
Aipo, Associazione Nazionale Marinai d’Italia.
IL VIAGGIO
Saranno
tre le direttrici attraverso le quali si snoderà il progetto L’Emilia Romagna
in viaggio verso Expo, tre vie che consentiranno di scoprire e gustare le
risorse di un intero territorio: la via d’acqua del Fiume Po, la via di terra
rappresentata dalla Via Emilia e l’Alta via dei Parchi. Ognuno di questi
itinerari sarà caratterizzato sia da un particolare “mezzo di trasporto” per
percorrerlo, sia da una cartoguida, che consentirà ai visitatori di cogliere
tutte le iniziative organizzate durante il viaggio, vivendo appieno l’atmosfera
di ogni territorio.
Il
percorso d’acqua: Mare Adriatico e Grande Fiume Po
Il
viaggio, da Rimini sino a Piacenza, sarà effettuato con due motonavi:
Principessa per la navigazione sul mare e Stradivari per la navigazione sul Po.
Entrambe possono ospitare sino a 100 persone e attraccheranno in diversi porti
dell’Emilia Romagna. Ad ogni tappa corrisponderà un appuntamento gastronomico,
la “Cena Stellata” allestita sulle motonavi, nel corso della quale gli ospiti
potranno cenare immersi in un’atmosfera unica, degustando i prodotti tipici del
territorio, interpretati dalle sapienti mani dei cuochi di CheftoChef.
Le
tappe che saranno toccate sono: Rimini il 18 agosto, Cesenatico (FC) il 21
agosto, Cervia (RA) il 23 agosto, Comacchio (FE) il 24 agosto, Ferrara il 25
agosto, Finale Emilia (MO), lungo l’antico canale degli Estensi, il 27 agosto,
Mezzani (PR) il 29 agosto, Boretto (RE) il 6 settembre, Polesine e Zibello (PR)
il 12 settembre, Isola Serafini a Monticelli d’Ongina (PC) il 17 settembre,
Piacenza il 18 settembre.
Il
percorso di terra: la Via Emilia
Lungo
la direttrice storica della Via Emilia protagoniste saranno invece le
biciclette, che percorreranno le principali città affacciate su questa grande
arteria. A fare tappa nelle piazze cittadine saranno i food truck e le
bicitriciclo, entrambi simboli del cibo di strada. Mentre i food truck sono
vere e proprie cucine viaggianti, dove i cuochi di CheftoChef serviranno degli
assaggi, interpretando la pasta dell’Emilia-Romagna, le bicitriciclo, guidate
dai produttori, diventeranno un’originale vetrina per esporre i prodotti e al
contempo un banco assaggio per degustazioni ad hoc. In alcune delle città che
accoglieranno il viaggio si svolgerà Tramonto DiVino, un’iniziativa realizzata
in collaborazione con l’Enoteca Regionale, che attraverso assaggi e racconti
sul vino, guidati dai sommelier di Ais Emilia e Romagna, accompagnerà il
pubblico in un viaggio ricco di cultura e di suggestioni. Le
città ospitanti sono: Rimini il 18 agosto, Savignano sul Rubicone-Terre del
Rubicone (FC) il 20 agosto, Forlì il 25 agosto, Faenza (RA) il 26 agosto, Imola
(BO) il 27 agosto, Reggio Emilia il 28 agosto, Bologna il 1 settembre,
Valsamoggia (BO) il 2 settembre, Rubiera (RE) il 4 settembre, Modena il 5
settembre, Parma il 6 settembre, Noceto (PR) l’8 settembre, Fidenza (PR) l’11
settembre, Fiorenzuola d’Arda (PC) il 15 settembre, Piacenza il 18 settembre.
Il
percorso dell’Alta Via dei Parchi
Un
itinerario escursionistico, che parte da Rimini per arrivare sino a Piacenza,
ricongiungendosi agli altri due itinerari. Protagonisti di questo viaggio
saranno i luoghi simbolo delle camminate, ossia i rifugi e i borghi
appenninici, nonché l’antica cultura gastronomica della montagna. Nel corso
delle varie tappe di questo percorso, realizzate in collaborazione con Slow
Food Emilia Romagna e i parchi nazionali e regionali attraversati dall’Alta
Via, gli escursionisti potranno degustare i prodotti dell’Appennino, in luoghi
comunque raggiungibili anche da chi vuole partecipare al singolo evento,
riscoprendo le tradizioni gastronomiche attraverso i saperi degli abitanti e le
abilità dei cuochi dell’associazione Cheftochef. I
luoghi degli appuntamenti sono: Rimini il 7 agosto con il taglio inaugurale del
nastro, Pennabilli (RN) l’8 agosto, Diga di Ridracoli (FC) il 10 agosto, Carnè
di Brisighella (RA) il 20 agosto, Poggio di Badi di Castel di Casio (BO) il 26
agosto, Cavone di Lizzano in Belvedere (BO) il 28 agosto, Fiumalbo (MO) il 29
agosto, Passo Pradarena (RE) il 5 settembre, Rifugio Lagdei (PR) l’8 settembre,
Castell’Arquato (PC) il 13 settembre, Piacenza il 18 settembre.
Molti
degli appuntamenti ospiteranno anche eventi collaterali con un calendario delle
iniziative work in progress che saranno segnalate sul sito www.viaggioversoexpo.it
e
sulla App Via Emilia che sarà scaricabile a breve.