L’ACETO BALSAMICO SBARCA AD ALMA

Commenti (0) Cibo, Modena & Co, News

giusti-cassa
L’aceto balsamico nell’enclave di Gualtiero Marchesi
di Luca Bonacini


Alma, la scuola internazionale di cucina
con sede a Colorno, fondata da Gualtiero Marchesi, collaborerà con l’Acetaia
Giusti di Modena, la più antica del mondo. La maestosa reggia di Colorno (Pr),
al cui interno si trova Alma, edificata nel 1337, fu nel XVII secolo sede di
una raffinata corte e di una prestigiosa raccolta di dipinti di Tiziano,
Correggio, Mantegna e Raffaello, per essere dopo il Congresso di Vienna,
assegnata insieme al ducato alla moglie di Napoleone Maria Luigia d’Austria che
ne fece una delle sue dimore preferite. Una sede prestigiosa che ospita una delle
più importanti scuole di cucina del mondo, in partnership con i più grandi
centri di formazione di New York, Toronto, Seoul, Montreal, Istanbul, Mexico
City, Sendai, Hong Kong, San Paolo, Johannesburg, Kuala Lumpur, Buenos Aires e
Taiwan. Magnifici saloni trasformati in aule didattiche dove gli studenti giungono
da tutto il mondo, e dove l’aceto balsamico, uno dei più straordinari prodotti
della grande tradizione gastronomica italiana, sarà un prezioso ingrediente per
sperimentare nuovi accostamenti. Qual contesto più esclusivo che essere
presenti con un vessillo cosi acclamato del made
in Modena nel luogo dove si formano le menti culinarie di domani, giovani e
meno giovani che effettuano corsi di avviamento e specializzazione per tutte le
materie dell’ambito ristorazione, dalla cucina alla sala. Ad aver conseguito
questo brillante risultato, è l’acetaia Giusti 1605, il rapporto con Alma è
iniziato infatti da alcuni anni con frequenti visite didattiche, nelle quali gli
allievi di Alma hanno potuto immergersi nel suggestivo mondo di questo
straordinario prodotto. “Finalmente, dopo tanti anni di rapporti ottimi con i
consorzi di tutela dell’Aceto Balsamico Tradizionale – dichiara Andrea
Sinigaglia
, Direttore Generale ALMA – una grande azienda ha deciso di rendere
concreto un progetto di educazione alla verità e all’autenticità di questo
prodotto unico al mondo.” Un rapporto di stima e reciproca collaborazione che ha
portato l’aceto balsamico Giusti, il più antico del mondo, ad affrancarsi laddove
si formano i migliori chef, pasticceri e maitre.
L’Acetaia Giusti, presente su oltre cinquanta mercati nel mondo, ha un export che
tocca il 50% del fatturato. “Anche sul mercato italiano l’Aceto Balsamico sta
conquistando l’interesse dei consumatori – spiega Claudio Stefani Giusti – e il
nostro obiettivo è quello di incrementarne la conoscenza. Si tratta di un
prodotto che ha una grande varietà di usi e ALMA è l’ambasciatore ideale per
diffondere questa cultura”.

Pubblicato su QN
Resto del Carlino, novembre 2014