DA PALTRO E BARBARA PER I 90 ANNI

Commenti (46) Eventi, Vino

paltro2

paltro 3

Essere custodi di un territorio vuol dire preservare quello che ci è stato lasciato dai nostri padri, accudirlo, amarlo, rispettarlo, dandogli tutte quelle attenzioni che richiede qualcosa di vivo, a cui vogliamo bene. Per Alberto e Barbara è stato così quando hanno preso il testimone della cantina fondata 90 anni fa da Gianfranco Paltrinieri, papà di Alberto, qualcosa di vivo, vero, autentico, costruito dal nulla in anni di lavoro duro e dedizione, che loro hanno saputo far crescere, superando obiettivi inaspettati. Sarà contento papà Gianfranco da lassù di vedere quello che oggi è la sua cantina, sono arrivati importanti riconoscimenti di ogni ordine e grado, accompagnati da una stima da parte del territorio e del mondo del vino davvero unici. Ma non è cambiato il modo di incontrarsi, e di dare valore all’altro, e come Gianfranco, ogni anno chiamava tutti a sé per “sentire il vino”, e ci si sedeva a mangiare gnocco e tortellini assaggiando la nuova vendemmia in compagnia, anche oggi Alberto e Barbara raccolgono intorno a sé gli amici, le persone, i clienti, per condividere il frutto del lavoro di un anno, questa volta anche brindando ai 90 anni (1926-2016), un appuntamento importante, da condividere, e festeggiare, in una luminosa domenica d’ottobre. Proprio a fine vendemmia, come si faceva una volta, nell’aia della tenuta, che non è cambiata quasi per niente da quel 1926, insieme a Rita Nicolini, dirigente regionale della Protezione Civile e responsabile del progetto di costruzione del Centro Polifunzionale del Comune di Montegallo (AP), a cui verrà destinata la somma raccolta nel corso della giornata, perché giunga alle popolazioni colpite dal recente terremoto, per ricostruire la sede del doposcuola elementare.

paltro5

Hanno partecipato con generosità ed entusiasmo rari, un lunghissimo elenco di chef, ristoratori, cantine, acetaie, salumifici, personaggi dello spettacolo, ognuno mettendo a disposizione le proprie competenze e risorse:

Pizzeria Piccola Piedigrotta. Giovanni Mandara – Pizzaiuolo on the road

Gnock & Roll. Roberto Moncata – Gnocco fritto

Salumificio Mec Palmieri. Marcello Palmieri – Mortadella La Favola e cotechino

Sorbaravin. Marcello Morselli – Tortelloni di ricotta

Rist. La Lanterna di Diogene. Giovanni Cuocci – Sformato di ricotta all’aceto balsamico

Enogastronimia Giuseppe Giusti. Laura Morandi – Panino con cotechino e salsa verde

Rist. Lo Scoglietto (LI). Isabella Lazzerini Denchi – Baccalà mantecato con cialda di parmigiano

Pastificio Le Follie. Emanuele Guerzoni – Lasagne

Il Luppolo e l’uva. Stefano Corghi – Polpettone di scottona nostrana

Daniele Reponi. Il non chef del panino

Rist. Laghi. Paolo Reggiani – Gelato aromatico

Osteria La Fefa. Giovanna Guidetti – Torte tipiche modenesi

Macelleria Zivieri. Aldo Zivieri – scottona nostrana

Catering Da Paolo. Sacchi Paolo – Ceste di frutta

Rist. Bistrò. Francesco e Erika Fregni – Torte tipiche modenesi

Pasticceria Busuoli. – Panini al lievito naturale

Acetaia Giusti. Claudio Giusti – Aceto balsamico tradizionale

Acetaia del Cristo. Daniele Bonfatti – Aceto balsamico tradizionale

Alle Vettovaglie. (LI) – Acciuga alla povera e crostini toscani

Comitato Maccheroni al pettine. – Maccheroni al pettine con ragù

Il Cavallino di Soliera. Giovanni Razzano – Gnocco fritto

Salumificio del Fumaiolo – Piadina Romagnola

Antica Foma. Loris Mazzoli – Prosciutto Arrosto Antico Magno, Prosciutto affumicato

Prosciuttificio Ravanetti. Antonio Ravanetti – Prosciutto di Parma Langhirano

Latteria 21. Alessandra Tazzioli – Pane con pasta madre, gnocco ai 7 cereali e pane ripieno

Bellucci Pesce. Franco Bellucci – Pennette all’isolana con pesce spada

Slow Food Modena,  Istituto Agrario Spallanzani, “XVS” Per Villa Sorra, Musei Civici Modena

Forno Baracca – Pane di Villa Sorra ai grani antichi

Consorzio del Parmigiano Reggiano – Forma di Parmigiano con apertura in diretta

Gelateria Remondini. Mauro Rossi – Torta Gelato

Festa del Lambrusco – Polenta mantecata al Parmigiano Reggiano

Salumificio San Martino. Daniele – Salumi

Samò – Salumeria di pesce

Forno Bavutti – Gnocco all’olio

Il Tigellino di Largo S. Giorgio. Federico Giordano – Tigelle

Consorzio del salame di San Felice – Salami

Caciotte solidali da latte delle stalle dei Comuni terremotati. Offerta da Coldiretti

Paltronieri – Risotto all’isolana

Rist. Da Tua Nonna. Valentina e Mario – Frittelle di riso e baccalà

Nonno Fereoli. Luca Benassi – Salumi Parmensi

Bre del Gallo. Fabrizio Magnani – Culatello di Zibello

Congrega dei liffi 4 Castella. Bazzani – Moscardini in umido

Andrea Ascari – Acqua

Pentabevande – Bevande e logistica

 

Cantine presenti:

 

Fattoria Moretto.

Tenuta Pederzana.

Podere Fiorini.

Cantina della Volta

Podere Il Saliceto

Cantina Garuti

Cantina Zucchi

Medici Ermete. Alberto Medici

Lini 910. Alberto Lini.

Perla del Garda – Drajibo Passito Benaco Bresciano

Azienda Agricola Favaro – Erbaluce

Michele Satta -Bolgheri

Fattoria delle Ripalte. Pier Mario Meletti Cavallari – Rosato igt Coste Toscane, Aleatico

Tre Monti. David e Vittorio Navacchia – Sangiovese

Azienda Agricola G.D. Vajra – Barolo 2012, Langhe Riesling

La Stoppa. Elena Pantaleoni

Il Torchio. Edoardo e Gilda Musetti – Vermentino

Tenuta S. Lucia. Paride Benedetti

Stefano Berti – Sangiovese

Pojer e Sandri. Mario Pojer