Successo all’asta delle Donne del Vino per la Romagna

Commenti (0) Eventi, News, Vino

Tutto esaurito! La vendita di tutti i lotti a disposizione con un incasso di circa 5.000 euro ha sancito il successo dell’asta, ideata e promossa da Antonietta Mazzeo. Vini rari e di grande pregio donati dalle Donne del Vino per sostenere gli alluvionati dell’Emilia Romagna, tenutasi sabato 2 dicembre nella splendida sala Europa del  Grand Hotel Majestic, già Baglioni di Bologna, grazie alla generosità del Direttore Tiberio Biondi. Accolti da un calice di Rosè del Cristo (Cavicchioli) offerto dal Consorzio di Tutela del Lambrusco, dal Parmigiano e dall’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena offerto da Piacere Modena; gli entusiasti filantropi partecipanti si sono aggiudicati tutti i lotti dell’asta, battuti dalla poliedrica banditrice Alessandra Fedi, DipWset, Wine educator, coautore e conduttrice del nuovo programma Maestri di cantina in onda su Mediaset Infinity. Il ricavato dell’asta, come previsto è stato devoluto in diretta a Roberta Bombardini, titolare dell’azienda florovivaistica che prende il suo nome, andata completamente distrutta con l’alluvione. C’è ancora tanto da fare in Romagna e serve l’aiuto di tutti per cercare quanto meno un ritorno alla normalità. Nell’alluvione eccezionale della scorsa primavera, in seguito alla violenza dell’acqua e del fango, c’è chi ha perso la casa, chi ha dovuto buttare via tutto, chi non ha più nulla e molte aziende sono completamente da ricostruire. E’ un processo complesso che richiederà tempo, ma dobbiamo continuare a guardare alla Romagna, pensando a quello che ognuno di noi può fare per dare una mano. In questi giorni la Regione Emilia Romagna ha stanziato una somma importante per finanziare il Servizio Civile di 70 addetti che si distribuiranno in regione per la previsione dei rischi, la gestione delle emergenze di protezione civile, per la sostenibilità e il risparmio energetico, a tutela del patrimonio storico, artistico e culturale, per assistere le persone anziane o con disabilità e le donne in difficoltà o con minori a carico. Il Commissario straordinario alla ricostruzione Figliuolo, ha annunciato un potenziamento ai Comuni di oltre duecento unità a tempo determinato per tutta la regione e tante associazioni, aziende e singoli, stanno donando o fornendo aiuto concreto alla Romagna della ricostruzione, come i 229 dipendenti del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, che in questi giorni hanno donato un’ora di lavoro solidale per supportare il post-alluvione agli ‘Amici di Paride’. E l’Associazione Le Donne del vino non è stata da meno, le socie hanno fornito le loro competenze e le loro relazioni, cercando di essere vicine a chi ha perso tutto e con fatica cerca di ricostruire, dando il loro contributo con un asta, che si è tenuta il 2 dicembre alle ore 17 al Grand Hotel Majestic di Bologna, dove sono stati battuti 32 lotti di bottiglie rare e di grande pregio devolute dalle stesse socie dell’Associazione.

IMG-20231203-WA0037

L’idea di raccogliere fondi attraverso un’asta avuta dalla Consigliera Nazionale Antonietta Mazzeo, ex delegata della regione dell’Associazione nazionale guidata da Daniela Mastroberardino, a pochi mesi dall’alluvione che ha devastato alcune aree dell’Emilia-Romagna è stata accolta con entusiasmo dall’associazione: «Siamo stati ospiti nelle sale del Grand Hotel Majestic già Baglioni, grazie alla generosità del Direttore Tiberio Biondi – dice Mazzeo – 32 lotti di vini pregiati arrivati da tutta Italia sono stati battuti dalla poliedrica Alessandra Fedi, DipWset, Wine educator, coautore e conduttrice del nuovo programma Maestri di cantina in onda su Mediaset Infinity». L’atteso evento che si è tenuto nello storico hotel nel cuore di Bologna dove soggiornarono Frank Sinatra, Ava Gardner, Clark Gable, Gina Lollobrigida, Mafalda Savoia, Sophia di Prussia, ha richiamato quanti hanno a cuore le sorti della Romagna e hanno voluto dare il loro contributo al successo dell’iniziativa. «In un momento di grandissima emergenza – aggiunge la presidente nazionale Daniela Mastroberardino – che sta vivendo non solo l’Emilia Romagna ma anche altre regioni italiane il sentimento delle Donne del Vino è di portare il loro sostegno a chi ha perso tutto e ha visto sparire in un attimo il lavoro e i sacrifici di una vita». Quasi 5.000 euro, sono stati raccolti e consegnati a Roberta Bombardini, titolare dell’azienda florovivaistica che prende il suo nome. L’azienda si trovava a Terra del Sole, vicino al fiume Montone. Con Roberta, 58 anni, lavorava la figlia Giorgia Bussi, mamma di due bimbe. La signora Roberta aveva una proprietà coltivata di quattro ettari e mezzo, oltre a 5 serre attive, di ortaggi, frutta e fiori; a causa delle gelate del mese precedente l’alluvione molta frutta era andata distrutta. L’alluvione poi ha dato il colpo di grazia. Roberta vendeva i suoi prodotti, sette giorni su sette, nei mercati ambulanti, un lavoro duro, che le dava grandi soddisfazioni. Durante l’alluvione, sotto i suoi occhi e quelli dei suoi familiari ha visto la distruzione totale (100%), di tutta una vita di lavoro e sacrifici, oltre alle terre che coltivava, anche delle serre e la casa che abitava. Lei e la sua famiglia sono stati salvati con l’elicottero.

20231202_182343

Un grazie a: Daniela Mastroberardino, Terredora Di Paolo, Antonietta Mazzeo, Vinoè, Iryna Balim, cantina del Frignano; Martina Danelli, Mastrangelo tenimenti Grifone; Elena, Julia, Karoline Walch, Weingut Elena Walch; Daniela Nannini, Exquisito GoodFood; Elisabetta Geppetti, fattoria Le Pupille, José Rallo, Donnafugata; Marina e Monica Marsaglia, Marsaglia; Beatrice Contini Bonacossi, Tenuta di Capezzana; Valentina Abbona, Marchesi di Barolo; Ivana Brignolo Miroglio, Tenuta Carretta; Antonella Cantarutti, Cantarutti Alfieri; Donatella Cinelli Colombini, Donatella Cinelli Colombini; Laura Boatti con Marco Bertelegni, Monsupello; Elena Parovel, Parovel; Annalisa Zorzettig, Zorzettig Annalisa; Marilisa Allegrini, Allegrini; Irene Cigola, Mossi; Marianna Cardone, Cardone Vini; Michela Manduano, Mandwinery; Manuela Cucchi, La Cantina dei Feudi; Maria Grazia Di Francesco, Casa Grazia; Roberta Urso, Cantine Settesoli; Maria Gini, Montecariano; Antonia Pavesi, San Carlo Wine; Cinzia Travaglini, Travaglini Giancarlo; Giulia Sciotti, Fantini Vini; Antonietta Scornajenghi, Colli del Vento; Priscilla Occhipinti, Nannoni Grappe; Chiara Lungarotti, Lungarotti; Bianca Rizzo, Laura Aschero, Daniela Vaschieri, Cantina Settecani; Pia Donata Berlucchi, F.lli Berlucchi; Elisabetta Missoni Foffani, Vinicola Foffani; Marina Cvetic, Masciarelli; Laura Turrini giornalist.

mazzeo

Antonietta Mazzeo – Consigliera Nazionale Le Donne del Vino e ideatrice dell’evento

CHI SONO LE DONNE DEL VINO: Le Donne del Vino sono l’Associazione di enologia al femminile più grande del mondo. Nata nel 1988, conta oggi 1100 associate tra produttrici, ristoratrici, enotecarie, sommelier e giornaliste. Le Donne del Vino sono in tutte le regioni italiane coordinate in delegazioni. L’associazione è senza scopi di lucro e promuove la cultura del vino e il ruolo delle donne nella filiera produttiva del vino. Nel 2019 hanno costituito un network internazionale con 10 associazioni simili in altre parti del mondo. Durante la IIª Convention mondiale delle Donne del Vino ospitata al Simei Milano a novembre 2022, hanno siglato un patto internazionale di collaborazione con le rappresentati di Amuva – Argentina, The Fabulous Ladies’ Wine Society-Australia, 11 Frauen und ihre Weine – Austria, Chile, Wow- Croazia, Femmes de Vin – Francia, Baia’s Wine – Georgia, Vinissima – Germania, Women in Wine – Nuova Zelanda, Las Damas del Pisco – Perù. Le Donne del Vino italiane promuovono indagini sul gender gap nelle cantine e sull’uso del vetro leggero. La collaborazione con università e strutture formative ha permesso un forte incremento dell’attività didattica in favore delle socie specialmente nei settori del marketing e della comunicazione. Dall’anno scolastico 2021-2022 è partita la sperimentazione del progetto D-Vino per introdurre l’insegnamento del vino negli istituti turistici e alberghieri direttamente organizzato dalle Donne del Vino. Le socie stanno realizzando il primo ricettario italiano che parte dal vino o dai vitigni autoctoni per descrivere i piatti della tradizione locale. Le azioni in favore della salvaguardia dell’identità locale e del patrimonio storico del vigneto italiano comprendono anche le degustazioni sui vini da “vitigni reliquia” e da “vigneti antichi”. Le Donne del Vino promuovono il turismo del vino e contrastano la violenza sulle donne con raccolte di fondi, convegni e azioni di sensibilizzazione come #tunonseisola. Maggiori notizie sono nel sito e nel blog www.ledonnedelvino.com oltre che nel mensile D-News inserto del Corriere Vinicolo.

Per INFO: Associazione Nazionale Le Donne del Vino – Ufficio stampa: press@ledonnedelvino.com

Anna Pesenti anna.pesenti11@gmail.com 335 6376458 – 334 3997914

Fiammetta Mussio fiammetta.mussio@gmail.com 339 7552481

 

A cura di Luca Bonacini