Il mondo del vino ricorda Luigi Carnevali

Commenti (0) Modena & Co, News, Personaggi, Vino

download

A pochi giorni dalla manifestazione ‘La Bonissima’, voglio ricordare Luigi Carnevali, con l’articolo che scrissi un anno e mezzo fa sul Resto del Carlino.

Se ne è andato in silenzio Luigi Carnevali, carpigiano, classe 1942, Cavaliere della Repubblica, imprenditore e sommelier di lungo corso, aveva condotto a lungo le sorti dell’AIS modenese, guidando giovani virgulti ed esperti sommelier nelle acque agitate di un mondo del vino che si stava evolvendo, tenendo sempre la barra a dritta. Figura di spicco della somellerie modenese non è mai mancato agli eventi di rilievo dando un contributo sempre costruttivo e inclusivo e io aspettavo con curiosità i suoi interventi sempre equilibrati, che cercavano di unire piuttosto che dividere, e quando c’era da descrivere un vino aveva pochi rivali nel catturare l’attenzione e nell’entusiasmare. Mentore di generazioni di sommelier in erba, ha diffuso la passione del vino non come liquido inebriante ma come ingrediente di altissimo valore culturale nella narrazione di un territorio, riuscendo a coglierne le più impercettibili sfumature e gli aspetti sociali. Socio Fondatore dell’Academia Judices Salatii, food-blogger, co-curatore di una pagina facebook che negli anni era diventato un vero punto di riferimento, ha profuso senza risparmiarsi energie e dedizione all’enogastronomia modenese, anche negli ultimi anni quando si erano diradati gli impegni lavorativi e guidava con verve e ironia una rubrica radiofonica di cibo e vino su Radio 5.9. Fondamentale la sua competenza nella selezione delle migliori eccellenze modenesi, in quasi tutte le edizioni della manifestazione “La Bonissima” e dal punto di vista umano grandissima correttezza e rispetto nei confronti dell’altro, qualsiasi fosse la sua opinione. Ti ricordiamo con commozione e affetto Luigi, è stato un privilegio conoscerti, lasci un vuoto umano e professionale che sarà difficile colmare.

Ho vissuto come avrei voluto, secondo la mia indole, nel pieno rispetto del prossimo e mi ritengo un uomo fortunato che ha avuto tanto dalla vita. La mia ricetta per la felicità è basata su ingredienti semplici, pertanto ho trascorso una vita divertente, gioiosa, ricca di momenti felici e mi piace pensare che continuerò a vivere attraverso i vostri ricordi.”

Luigi Carnevali, Cavaliere della Repubblica (21 Maggio 1942 – 31 Maggio 2019)

Di Luca Bonacini

Articolo uscito su QN Resto del Carlino in versione ridotta il 7 giugno 2019